ViaMichelin Mappe & Percorsi

print pdf

Il lago di Garda, un capolavoro di armonia

Al tempo stesso alpino e mediterraneo, il più grande dei laghi italiani è una destinazione di viaggio completa. Un versante ricoperto di olivi e l’altro di limoni (a riprova della mitezza del clima), una riva bassa e pianeggiante, l’altra scoscesa e grandiosa, siti archeologici di valore e vivaci località di vacanza, un paesaggio al tempo stesso alpino e mediterraneo: il lago di Garda è uno scenario da sogno, un armonioso equilibrio di contrasti.
Sulla strada che sale verso San Zeno di Montagna, e su quella che si arrampica verso Spiazzi, a più di 700 m di altezza, potrete mettere alla prova la leggerezza e il dinamismo della Giulia e provare piacevoli sensazioni di guida.

iframe

Il circuito che vi proponiamo segue la riva orientale del lago, la cosiddetta “riviera degli Olivi”. Un dolce scenario mediterraneo che avrebbe potuto chiamarsi anche “riviera dei Vigneti”: in quest’area vengono infatti prodotti vini di pregio come il Bardolino e il Valpolicella, ideali per accompagnare i pesci tipici del lago - lucci, alburni, anguille o i rari carpioni – che potrete gustare nei ristoranti proposti nel nostro percorso.

Da Riva del Garda a Peschiera del Garda, circuito di 65 km – Prevedere 1 giornata.

giulia

La strada che costeggia il lago attraversa vari centri abitati, che vi obbligheranno spesso a limitare drasticamente la velocità e ad affrontare il traffico intenso dei periodi di alta stagione. Non abbiamo bisogno di raccomandarvi la massima prudenza… Ma sappiate che grazie alla nuova Alfa Romeo Giulia potrete contare su una tecnologia all’avanguardia, in grado di garantirvi una sicurezza ottimale: ogni modello della gamma è infatti dotato di Forward Collision Warning (FCW), di sistema automatico per la frenata di emergenza (AEB) con funzione di riconoscimento pedone e di Lane Departure Warning (LDW) per garantirvi una guida emozionante ed esaltante senza dimenticare la sicurezza.

Scopri di più riguardo Alfa Romeo Giulia >

Malcesine: tutta la magia del lago di Garda

Meta da secoli di poeti e scrittori, Malcesine, con il suo minuscolo porto e le stradine in acciottolato che avvolgono il medievale Castello Scaligero, è un borgo di incredibile fascino. Sospettato di spionaggio perché sorpreso a disegnare la fortezza merlata, di cui aveva colto immediatamente l’incantevole bellezza, Goethe fu arrestato e imprigionato fra le sue stesse mura. Una visita è quindi d’obbligo, se non altro per ammirare il balconcino sospeso sulle acque del lago. La vista sulla riva occidentale è di una bellezza mozzafiato. E per un panorama indimenticabile sul lago e, a nord, sui massicci del Brenta e dell’Adamello, prendete la funivia che vi porterà in cima al Monte Baldo, a oltre 2.000 m di altezza (www.funiviedelbaldo.it). Biotopo dalle caratteristiche uniche, il monte viene chiamato anche “l’orto botanico d’Europa”, a causa della straordinaria varietà della sua flora.

Superato Brenzone, imboccate la strada per San Zeno di Montagna, il cosiddetto “balcone del lago di Garda”, a 680 m di altezza. Scendendo verso Torri del Benaco, potrete ammirare splendidi scorci del lago e mettere alla prova il dinamismo e la tenuta di strada offerti della nuova Alfa Romeo Giulia, grazie al suo rapporto peso/potenza eccezionale, alla distribuzione ottimale del peso e al suo sistema di sospensioni all’avanguardia.

Torri del Benaco

Questo piccolo borgo di pescatori è riconoscibile da lontano, grazie all’inconfondibile sagoma del Castello Scaligero (fine del XIV sec.) e all’antica serra dei limoni (1760). Affacciato su uno dei porti più belli del lago di Garda, il palazzo della Gardesana (XV sec.) ospita oggi un albergo. La chiesa della Trinità custodisce affreschi del XV e XVI sec.

Punta San Vigilio, il sogno della bellezza

Accesso a piedi, tramite un sentiero – Mappa disponibile presso l’ente del turismo.
Con i suoi olivi e i suoi cipressi, Punta San Vigilio incarna la quintessenza romantica del lago di Garda. Il paesaggio intatto della punta, che chiude la baia delle Sirene, è un autentico invito al sogno. Villa Guarienti (non visitabile), che occupa la punta scendendo fino al mare, fu costruita nel XVI sec. per l’umanista veronese Agostino Brenzoni. Il complesso forma un quadro di perfetta serenità.

Da Garda a Spiazzi, fra cielo e terra

# Borgo di Spiazzi

In questa località di vacanza molto frequentata, che ha dato il nome al lago, sono chiaramente visibili i simboli della dominazione veneziana: il palazzo dei Capitani del Lago e palazzo Fregoso, entrambi risalenti al XV sec.
Da Garda, è possibile raggiungere il borgo di Spiazzi in 30 min.
Per arrampicarvi fino a Spiazzi, se siete alla guida di una Giulia con cambio automatico a otto rapporti, è il momento di posizionare il selettore in modalità “Dynamic”. Le marce sono lineari, le accelerazioni potenti… All’arrivo, in un sito di incantevole bellezza, si erge il santuario della Madonna della Corona (www.madonnadellacorona.it), che domina la vallata dell’Adige da 774 m di altezza.

Scoprite tutti i ristoranti del percorso >

Bardolino: vigneti ed oliveti

La località ha dato il proprio nome ad una delle più celebri denominazioni di vini rossi e rosati italiani, che potrete gustare nelle aziende vitivinicole dei dintorni. Il delizioso centro storico di Bardolino sorge in riva al lago, con l’elegante chiesa di San Severo, dell’XI sec., e le viuzze strette su cui si affacciano accattivanti negozi. La minuscola e insolita chiesa carolingia di San Zeno(IX sec.) si cela in un antico cortile.

A 5 km a nord del paese (dir. Albarè e segnali a partire da Cortelline) si trova l’Eremo di San Giorgio, un monastero che dipende dall’ordine dei Camaldolesi (XVII sec.) e da cui si ha una bella vista sul lago.

Lazise

Questa graziosa cittadina, ideale per una piacevole passeggiata, ha conservato un’antica cinta muraria del X sec. e il castello ampliato e restaurato dai della Scala e in seguito dai Visconti. Intorno al piccolo porto si ergono case con piacevoli portici e l’edificio della Dogana Veneta, che segnava la frontiera fra la Lombardia e la repubblica di Venezia. A due passi, potrete fare una pausa ad uno dei tavolini dei bar, per rilassarvi al sole.

Peschiera del Garda

Città fortificata passata successivamente sotto il controllo di Venezia, di Napoleone e dell’Austria, Peschiera del Garda è costruita su un affluente del Po, il Mincio, che esce in questo punto dal lago di Garda. Le rive del canale offrono uno spunto per una piacevole passeggiata. Peschiera è d’altra parte una delle località più frequentate del lago. D’estate, la cittadina è invasa dai turisti, anche a causa della vicinanza con i grandi parchi a tema situati a sud-est del lago: Gardaland e CanevaWorld.

Seguire i segnali per il parco giardino Sigurtà, a 8 km a sud di Peschiera del Garda sulla SS 249 (dir. Valeggio sul Mincio).

Parco Giardino Sigurtà

www.sigurta.it - marzo-ott.: 9.00-18.00 (marzo e ott. 17.00) - € 12 – È possibile visitare il parco su un trenino (€ 3), in bicicletta (€ 5), in golf cart o in navetta.
Carlo Sigurtà (1898-1983), proprietario di un’industria farmaceutica, acquistò nel 1941 una villa del XVII sec. che aveva accolto nel 1859 il quartier generale di Napoleone III, trasformandone il parco spoglio in un magnifico giardino. Oltre alla splendida posizione sul Mincio, i 50 ettari del parco offrono lo spettacolo magico di una lussureggiante flora mediterranea, con vaste distese erbose e vari punti di interesse di carattere architettonico e naturale.

print pdf

La città di Verona

Fondata nel I sec. a.C., la storica città di Verona si è sviluppata senza interruzione nel corso dei secoli. Mirabile esempio di piazzaforte, ha preservato un numero considerevole di monumenti dell’Antichità, di epoca medievale e di età rinascimentale.
Situata a circa quaranta chilometri dal lago di Garda, la città fa parte del Patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 2000.

#
# #

Ristoranti stellati della guida Michelin sul vostro percorso

Esplora le Strade Stellate

Langhe

Lago di Como

Lago di Garda

Dolomiti

Chianti

Castelli Romani

Costiera Amalfitana

Bari