ViaMichelin Mappe & Percorsi

print pdf

IL LAGO DI COMO: UNA LEZIONE DI BELLEZZA

Andiamo alla scoperta del lago italiano (interamente situato in Lombardia) che presenta gli aspetti più vari le sensazioni forti sono garantite. Accoglienti villaggi, porticcioli, ville dai giardini ombrosi ed esotici si alternano lungo le sue rive che si addentrano nelle Prealpi rendono questo itinerario adatto a chi è alla ricerca di farsi incantare dai borghi storici e dagli incantevoli panorami che il profilo particolare del lago presenta.

iframe

Le sensazioni forti sono quindi garantite, così come il piacere di andare alla scoperta del lago italiano (interamente situato in Lombardia) che presenta gli aspetti più vari. Accoglienti villaggi, porticcioli, ville dai giardini ombrosi ed esotici si alternano lungo le sue rive che si addentrano nelle Prealpi. Questo itinerario vi propone di costeggiare tutta la sponda occidentale verso nord, cominciando da Como, che merita un’approfondita visita, per poi ridiscendere lungo la riva orientale fino a Varenna, dove un traghetto vi porterà a Bellaggio, famosa per la magnifica posizione all’intersezione dei tre bracci del lago.

Costeggiando tutta la sponda occidentale verso nord con partenza da Como, che merita un’approfondita visita, per poi ridiscendere lungo la riva orientale fino a Varenna, dove un traghetto vi porterà a Bellagio, famosa per la magnifica posizione all’intersezione dei tre bracci del lago, potrete ammirare la maestosità dei luoghi e della storia di questo territorio.

Circuito di 154 km ca – 1 giornata. Questo circuito è situato circa 45 km a nord di Milano (1:50 min) e a circa 35 km da Monza (1:05 min).

giulia

La strada che da Bellagio torna a Como, passando per Torno, è stretta e molto frequentata, soprattutto dagli abitanti della zona, che conoscono ogni curva e tendono a guidare ad elevate velocità. La prudenza è quindi d'obbligo, ma la nuova Alfa Romeo Giulia può contare su una tecnologia avanzata che garantisce la massima sicurezza grazie al sistema di allarme anticollisione abbinato al sistema di frenata d'emergenza autonoma e avviso di superamento della linea di carreggiata.

Scopri di più riguardo Alfa Romeo Giulia >

Como, eleganza e understatement

# Città di Como

Fiorente città sotto i Romani, Como conobbe il suo massimo splendore nell'XI sec. Distrutta dai milanesi nel 1127 e ricostruita dall'imperatore Federico Barbarossa, fu riconquistata da Milano nel 1355 e da allora ne seguì le sorti. Conosciuti sin dal VII sec., i maestri comacini erano dei muratori-architetti-scultori che diffusero lo stile lombardo non solo in Italia ma in tutta Europa.
Il Duomo, iniziato alla fine del Trecento, completato in età rinascimentale e coronato nel XVIII sec. dall'elegante cupola disegnata dallo Juvarra, vanta una notevole facciata, riccamente decorata a partire dal 1484 dai fratelli Rodari, anche autori della virtuosistica decorazione del portale nord e del portale sud.L'interno, solenne, presenta un'architettura gotica e una decorazione prevalentemente rinascimentale. Oltre agli stendardi appesi tra i pilastri e ai magnifici arazzi del XVI e XVII sec., vi sono ospitate tele di B. Luini (Adorazione dei Magi, Madonna col Bambino e santia) e G. Ferrari (Fuga in Egitto)nonché una drammatica Deposizione dalla Croce scolpita da T. Rodari (1489). Notevole l'organo a cinque corpi, costituito da 96 registri e 6000 canne.

Per un'appetitosa pausa, vi consigliamo il ristorante I Tigli in Theoria.
Scoprite tutti i ristoranti del percorso >

Affiancato alla facciata, il Broletto, l'antico palazzo comunale duecentesco, è costituito da un piano terreno a portici e da un primo piano ornato da belle trifore. Nel cuore di un quartiere pittoresco, la chiesa di S. Fedele (XII sec.), in stile romanico lombardo, presenta un interno a tre navate che conserva un’ interessante abside romanica poligonale, fiancheggiata da absidiole e sottolineata da un doppio ordine di arcate. La Basilica di S. Abbondio, capolavoro dell'architettura romanica lombarda, consacrata nel 1093, ha una nobile e sobria facciata ornata da un bel portale. Nell'interno, a cinque navate separate da colonne, vi è un pregevole insieme di affreschi del Trecento raffiguranti episodi della vita di Cristo.

Villa Olmo

3 km a nord, per la statale S 35 e poi a destra per la S 340. È un imponente edificio neoclassico della fine del Settecento, con un piccolo teatro e giardini da cui si gode una bella vista su Como e il lago.

Cernobbio, vacanze aristocratiche

# Villa d’Este, Cernobbio

Bella località la cui fama si deve soprattutto a Villa d'Este, lussuosa residenza cinquecentesca oggi trasformata in albergo e circondata da un bel parco (l'accesso sia alla villa che al parco è permesso solo agli ospiti). Il punto di osservazione migliore della villa (da terra) è piazza del Risorgimento, vicino all'imbarcadero dalla tettoia in stile Liberty.

Un po' meno di 10 km dopo Cernobbio, a Laglio, si scopre un'altra villa quasi altrettanto famosa quanto la Villa d'Este, in posizione tranquilla a strapiombo sul lago: la villa di George Clooney. Purtroppo la strada statale S 340 passa sopra l'abitato di questa piccola località, i cui residenti tengono molto alla privacy.
Proseguendo verso Nord si arriva in località Ossuccio, famosa per la magnifica isola Comacina – l'unico isolotto del lago – e per il sacro monte di Ossuccio, iscritto sulla lista del Patrimonio mondiale dell'Unesco nel 2003.

Tremezzo, bella come una cartolina

È un luogo di soggiorno assai ricercato per la bellezza della posizione e la dolcezza del clima; il parco comunale ospita giardini a terrazze.
La Villa Carlotta (ingresso a fianco del Grand Hotel di Tremezzo), costruita nel Settecento, occupa una splendida posizione di fronte al gruppo
montuoso delle Grigne. Vi è custodita una collezione di statue, tra cui una copia dell'Amore e Psiche del Canova, opera di A. Tadolini, ma la sua
attrattiva principale è costituita dai meravigliosi giardini a terrazze con una splendida fioritura primaverile di azalee.

Cadenabbia

Deliziosa località di villeggiatura in posizione incantevole di fronte a Bellagio, è unita a Tremezzo e alla Villa Carlotta da un viale di platani detto la via
del Paradiso
. Dalla cappella di S. Martino (1 ora e 1/2 a piedi AR), vista sulla penisola di Bellagio, il lago di Lecco e le Grigne.

Menaggio

È una delle località più belle del lago, dal clima molto temperato sia in estate, sia in inverno.

A 13km de Menaggio : Dongo. In questa località furono catturati, il 27 aprile 1945, Benito Mussolini e Clara Petacci, fucilati il giorno dopo a Giulio di Mezzegra presso Tremezzo.

Gravedona, una certa idea della felicità

Porto di pesca, possiede una bella chiesa romanica, S. Maria del Tiglio, battistero del V sec. trasformato in stile lombardo nel XII sec.

Dirigersi verso Colico (da Domaso: SS340DIR; a Sorico girare a destra: SS36 in direzione Milano, Lecco Sondrio; prendere uscita Colico poi continuare su: SP72 per Olagiasca)

La Abbazia di Piona (2 km partendo dalla frazione di Olgiasca) : suggestivo monastero dell'ordine cistercense di S. Bernardo di Chiaravalle (1090-1153), fu fondato nell'XI sec. da monaci cluniacensi e conserva un grazioso chiostro romanico lombardo (1252).

Bellano

Situata allo sbocco della Valsassina, vallata scavata dal torrente Pioverna e dominata dal massiccio delle Grigne, è una cittadina industriale che
possiede una graziosa chiesa trecentesca con una facciata, opera di Giovanni da Campione, in bello stile gotico lombardo.

Varenna

È un borgo incantevole costruito su un piccolo promontorio fra i giardini e i cipressi. Da vedere la Villa Monastero, un antico convento cistercense
ristrutturato in varie epoche, e i suoi giardini.

Varenna, prendere il traghetto per Bellagio (tempo di percorrenza 20 minuti circa)

Bellagio, un attimo di eternità

# Bellagio

Situata in mirabile posizione sulla punta del promontorio che separa il lago di Lecco dal ramo meridionale del lago di Como, è una stazione di villeggiatura universalmente nota per la bellezza del paesaggio e la qualità della sua ospitalità. Veri e propri gioielli di Bellagio sono i giardini di Villa Serbelloni e di Villa Melzi.

Al limite di un grazioso porticciolo, la chiesa trecentesca di S. Giovanni di Torno ha la facciata ornata da un ricco portale in stile rinascimentale lombardo.

print pdf

Monza, sito imperdibile

Se siete appassionati di guida e avete un forte spirito di competizione, avrete sicuramente voglia di visitare Monza, prima o dopo il percorso sul lago di Como, o anche separatamente, per approfittarne appieno. A Monza scoprirete il bellissimo Duomo (XIII e XIV sec.), ma la città è più conosciuta per il famoso circuito di Formula 1. Situato nel parco della Villa Reale, vasto parco all'inglese che circonda un grandioso palazzo neoclassico, si tratta senza dubbio di uno dei più bei circuiti del mondo, dove si svolge ogni anno il Gran Premio di Monza di Formula 1. Forse non lo sapevate, ma nel circuito di Monza è consentita la circolazione turistica: un'occasione unica per una prova su strada della nuova Alfa Romeo Giulia, di cui apprezzerete la leggerezza e la guida dinamica. Clicca qui per ulte

#
# #

Ristoranti stellati della guida Michelin sul vostro percorso

Esplora le Strade Stellate

Langhe

Lago di Como

Lago di Garda

Dolomiti

Chianti

Castelli Romani

Costiera Amalfitana

Bari